Contatori gas

TIPOLOGIE, CARATTERISTICHE, DETERMINAZIONE DEL MASSIMO PRELIEVO, DIMENSIONAMENTO ED INSTALLAZIONE

Contatori gas

I modelli di contatori per gas combustibile, attualmente disponibili ed utilizzabili, sono sostanzialmente riconducibili a quattro principali famiglie:

1. A membrana
2. Ad ultrasuoni
3. A rotoidi
4. A turbina

Il contatore a membrana (o pareti deformabili) e quello ad ultrasuoni sono destinati alla misurazione di portate piccole e medie, con andamento variabile nel tempo, mentre l’utilizzo degli altri due modelli è volto a misure di portate medie e grandi, caratterizzate da andamenti più costanti nel tempo. Questi ultimi normalmente sono indicati per utilizzi industriali o impianti di riscaldamento centralizzati dove i bruciatori hanno consumi abbastanza costanti.
I misuratori ad ultrasuoni sono quelli di più recente approvazione, hanno il grande vantaggio di possedere ingombri ridotti ed una parte elettronica integrata che consente la gestione dei dati; sono utilizzabili esclusivamente negli impieghi domestici (portata massima fino a 10 mc/h).
Ricordiamo inoltre che i contatori a membrana ed i contatori a rotoidi sono misuratori di tipo volumetrico, in quanto effettuano la misura isolando fisicamente un volume costante e noto di gas ad ogni rotazione (volume ciclico), mentre, come facilmente intuibile, il contatore ad ultrasuoni e quello a turbina sono contatori di tipo non volumetrico. Le quattro famiglie di misuratori di gas sopra indicate risultano regolamentate da specifiche norme tecniche, di armonizzazione europea, le quali definiscono i requisiti ed i metodi di prova per la costruzione, le prestazioni richieste e gli aspetti relativi alla sicurezza. Le norme in oggetto sono:

 UNI EN 1359 Misuratori di gas a membrana
 UNI EN 14236 Misuratori di gas domestici ad ultrasuoni
 UNI EN 12480 Misuratori di gas a rotoidi
 UNI EN 12261 Misuratori di gas a turbina

 

Prodotti della categoria: