UNA NUOVA NORMA PER I BIOCOMBUSTIBILI LIQUIDI

UNA NUOVA NORMA PER I BIOCOMBUSTIBILI LIQUIDI

L’UNI COMUNICA CHE È STATA PUBBLICATA LA NUOVA NORMA UNI/TS 11163:2009 BIOCOMBUSTIBILI LIQUIDI - OLI E GRASSI ANIMALI E VEGETALI, LORO INTERMEDI E DERIVATI - CLASSIFICAZIONE E SPECIFICHE AI FINI DELL\'IMPIEGO ENERGETICO"".""

L'Uni comunica che é stata pubblicata la nuova norma UNI/TS 11163:2009 "Biocombustibili liquidi - Oli e grassi animali e vegetali, loro intermedi e derivati - Classificazione e specifiche ai fini dell'impiego energetico".
Sono compresi nel campo di applicazione gli intermedi (glicerina) della lavorazione dell'estere metilico di acidi grassi mentre é escluso l'estere metilico di acidi grassi di cui alla UNI EN 14213 e alla UNI EN 14214. Rispetto alla precedente edizione del 2005 - sottolinea la nota dell'Uni - sono state introdotte notevoli modifiche, in particolare: il campo di applicazione é esteso anche a tutti i prodotti di origine animale nonché a differenti tipologie di sottoprodotti: margarine, glicerina, paste saponose, gomme; é definita una classificazione che si interfaccia con la classificazione doganale (NC); viene introdotta una definizione di "modifica chimica" che tiene conto dell'apporto energetico di componenti estranee al prodotto biogenico di partenza secondo un metodo basato su principi stechiometrici; é definita l'equivalenza energetica tra prodotti di origine vegetale e gli equivalenti di origine animale; é definita l'equivalenza d'uso tra oli e grassi e BTZ olio combustibile denso di cui alla UNI 6579.

""